PROGRAMMA

 

Ludwig van Beethoven (1770–1827) 

Fantasia per pianoforte in Sol minore Op. 77 

 

Arnold Schönberg (1874 - 1951) 

6 kleine Klavierstucke 

 

Leós Janàček (1854 - 1928) 

V mlhách (Nella nebbia), VIII/22 

 

Béla Bartók (1881 - 1945) 

Improvisations on Hungarian Peasant Songs op. 20 

 

Robert Schumann (1810 - 1856)

Sonata in Do diesis minore Op.  11

ZOLTAN FEJERVARI, pianoforte

Primo premio al Concorso di Montreal del 2017 e del Borletti Buitoni Trust Fellowship, Zoltán Fejérvári ha tenuto recital in Europa e negli USA esibendosi in prestigiose sala da concerto quali la Carnagie Weill Hall a New York, il Kimmel Center di Filadelfia, la Biblioteca del Congresso di Washington, al Gasteig di Monaco, al Lingotto di Torino, al Palau de Musica a Valencia, alla Biblioteca Nazionale di Buenos Aires e all’Accademia Liszt di Budapest. Come solista, l’interprete ha collaborato con la Budapest Festival Orchestra, l’Hungarian National Orchestra, il Festival di Verbier, la Concerto Budapest Orchestra, con direttori quali Ivan Fischer, Zoltan Kocsis, Kenichiro Kobayashi e Gábor Takács- Nagy. Zoltan Fejérvári è altresì un forte appassionato della musica da camera. Ha collaborato con i quartetti Keller e Kodaly e nel corso del 2018 si esibirà anche con l’Elias Quartet, con i cellisti Ivan Monighetti, Gary Hoffman, Istvan Vardai, Frans Helmerson e Steven  Isserlis, con il cornista Radovan Vlatkovic. Ha partecipato al progetto della Kronberg Academy Prussia Cove’sOpen Chamber Music, Lisztomania a Chateauroux, al Festival pianistico di Tiszadob e all’Encuentro de Musica a Santander. Su invito della pianista Mitsuko Uchida, il pianista ha partecipato al Festival di Marlboro nelle estati dal 2014 al 2016. Il suo disco delle Malédiction di Liszt con la Budapest Chamber Symphony è stato premiato con il “Gran Prix du Disque” nel 2013. Nel 2014 ha inciso un secondo Cd dedicato alle sonate di Mozart per violino con il violinista Ernõ Kállai edito da Hungaroton. Il pianista Andras Schiff ha scelto Zoltán Fejérvari per il suo progetto”Building Bridges”, ideato per la valorizzazione dei migliori giovani talenti del pianoforte e, grazie a questa iniziativa, si esibirà a Berlino, Bochum, Bruxelles, Zurigo e Ittingen. Dal 2014 Zoltán Fejérvári è docente presso il Dipartimento di musica da Camera dell’Accademia Liszt di Budapest. 

ZOLTAN FEJERVARI