PROGRAMMA

 

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 - 1791)
Sonata in Mi bemolle Maggiore KV 374

Ludwig van Beethoven (1770 - 1827)
Sonata per violino e pianoforte n. 5 in Fa maggiore, op. 24 "La Primavera"

Johannes Brahms (1833-1897)
Danze Ungheresi, WoO1
Trascrizione per violino e pianoforte del M° Michelangelo Abbado

Yulia Berinskaya

 

Considerata una delle più attive violiniste del panorama musicale italiano ed internazionale, grazie al suo straordinario talento e alla sua poliedricità è impegnata in una brillante carriera in qualità di solista, camerista e didatta. Si è esibita affiancata dall’Orchestra Verdi di Milano, da I Musici di Parma, dall’Orchestra Amadeus di Mosca, dall’Orchestra La Filarmonica di Sverdlovsk, dall’Orchestra Classica Viva, in sale prestigiose quali l’Auditorium Mahler e la Palazzina Liberty a Milano, il Palazzo degli Scienziati e la Sala grande della Casa dell’Unione dei Compositori a Mosca, l’Auditorium San Barnaba di Brescia, il Palazzo del Quirinale etc. È regolarmente invitata a tenere concerti in Olanda, Svizzera, Francia, Germania, ex Jugoslavia, USA, Israele, Russia, Italia. Si affianca nell’attività cameristica ad Artisti di fama internazionale quali Y. Bashmet, S. Braconi, D. Cohen, S. Krilov, F. Lips, F. Meloni, V. Mendelssohn, R. Prosseda. Ha ricoperto il ruolo di Violino di Spalla presso il Teatro San Carlo di Napoli, l’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, il Gran Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra Verdi di Milano, l’Orchestra Filarmonica di Lubiana, l’Orchestra Earl (Austria). Avviata alla musica dal padre, il noto compositore moscovita S. Berinsky, si è perfezionata con E. Tchugaeva e V. Tretiakov, Quartetto Borodin e Trio di Mosca, laureandosi con lode al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca. Vince una borsa di studio della Fondazione Rondanini di Brescia e si perfeziona poi presso la Hochschule für Musik di Vienna sotto la guida di D. Schwarzberg. Tiene numerose masterclass in Svizzera, Romania, Francia, Italia; ha inoltre fondato la classe di Alto perfezionamento di violino presso l’Accademia Milano Music Masterschool, della quale è anche Direttore Artistico. L’etichetta ClassicaViva le ha commissionato la registrazione dell’integrale delle Sonate e Partite di Bach, concretizzata con l’uscita del cd Violin in Bach, che ha seguito il trittico di cd Violin in Red, Violin in Blue, Violin in White. Il suo ultimo cd The Voice of Violin (Limen Music) la vede nel ruolo di solista con l’orchestra I Musici di Parma. Ha inciso inoltre per Da Vinci Classics (Giappone), Koch Records (Germania), Gramsapis e ArtClassic (Russia), SonArt Studio (Italia). Le sue apprezzate incisioni sono regolarmente trasmesse da Radio Vaticana, Radio Classica, Radio della Svizzera Italiana, Classica Viva Radio. Suona un violino di G. B. Guadagnini del 1745.

 

Leonora Armellini

 

Leonora Armellini è stata una giovanissima vincitrice del “Premio Janina Nawrocka” per la “straordinaria musicalità e la bellezza del suono” al Concorso Pianistico Internazionale “F. Chopin” di Varsavia (2010). L’esito è stato brillantemente confermato nell’edizione del 2021, con un Quinto Premio che ne fa la prima donna italiana ad aver scalato le vette della competizione considerata come il vertice del pianismo mondiale.

 

Leonora Armellini (1992), figlia d’arte, si avvicina allo studio del pianoforte a quattro anni con Laura Palmieri e si diploma a dodici ottenendo il massimo dei voti con lode e menzione speciale. Nel 2005 vince all’unanimità il XXII Premio Venezia, riservato ai migliori diplomati dei Conservatori Italiani, e prosegue la sua formazione con Sergio Perticaroli presso l’Accademia di S. Cecilia di Roma, diplomandosi a diciassette anni con lode e diventando così la più giovane diplomata della prestigiosa istituzione. Si perfeziona con Lilya Zilberstein e Marian Mika, e si diploma presso l’Accademia Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola con Boris Petrushansky (2018).

 

Fra i numerosi premi e riconoscimenti per le sue qualità artistiche e umane, Leonora ha ricevuto nel 2013 dalle mani di Zubin Mehta il premio “Galileo 2000 Pentagramma d’oro” per il “grande coraggio e talento musicale”. Nel maggio 2013, l’Associazione Nazionale Critici Musicali ha deciso di assegnare il “XXXII Premio Abbiati”, “Premo Piero Farulli”, al Trio formato da Leonora, Laura Marzadori e Ludovico Armellini (Pianoforte, Violino e violoncello). Tiene regolarmente concerti come solista e camerista per festival e stagioni concertistiche in Italia e all’estero (Carnegie Hall di New York, Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, Salle Cortot di Parigi, Filarmonica di Varsavia, Teatro La Fenice di Venezia, Progetto Martha Argerich a Lugano, e in tutta Europa, Cina, Corea del Sud, Giappone, …), ed è stata affiancata da numerose orchestre fra cui la Filarmonica di Varsavia, l’Orchestra di Padova e del Veneto, I Solisti Veneti, l’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Orchestra del Teatro La Fenice, l’Orchestra dell’Arena di Verona, l’Orchestra Nazionale Ucraina, la Sinfonia Varsovia, Orchestra Sinfonica della Filarmonica di Lodz (Polonia)… Leonora è protagonista di numerosi progetti discografici; di più recente uscita sono il DVD “Piano Recital” pubblicato da ContempoArs contenente, tra gli altri, gli Studi op. 25 di Chopin, e un CD pubblicato da Brilliant Classics contenente il Concerto per due pianoforti e orchestra di Poulenc, la Scottish Ballad di Britten e la Première Suite di Debussy per pianoforte a 4 mani nella formazione del Duo Pianistico di Padova (con il pianista Mattia Ometto), Orchestra di Padova e del Veneto e il direttore Luigi Piovano. Nella stessa formazione ha inoltre inciso per Da Vinci Classics l’integrale dell’opera per due pianoforti di Brahms.

 

È stata invitata da radiotelevisioni italiane ed estere per trasmissioni di interviste e concerti fra i quali i “Concerti del Quirinale” e l’apparizione come ospite al Festival di Sanremo 2013. A fianco di Matteo Rampin ha scritto e pubblicato il libro di divulgazione musicale “Mozart era un figo, Bach ancora di più”, edito da SALANI (2014), giunto ormai alla settima edizione e tradotto e tradotto in spagnolo.

 

È attualmente docente di Pianoforte Principale presso il Conservatorio “A. Buzzolla” di Adria (RO).

 

YULIA BERINSKAYA, violino

 

LEONORA ARMELLINI, pianoforte